Le
O R D I N E D E L G I O R N O PDL 376 - Bilancio di previsione 2018 – 2020

 
OGGETTO: innovazione nel servizio sanitario

Il Consiglio Regionale della Lombardia

Visto il progetto di legge regionale 376 “Bilancio di previsione 2018 – 2020 e gli stanziamenti di risorse ivi previsti in materia di welfare;

Premesso che

  • Il servizio sanitario pubblico è spesso considerato inferiore alla sanità privata e da molti anche in relazione alla possibilità di accedere ad apparecchiature radiologiche più efficaci o alla robotica chirurgica;
  • queste differenze ci sono effettivamente anche a causa di una programmazione delle grandi apparecchiature sanitarie condizionata dalle limitate risorse economiche.

Considerato che

  • si segnalano le esigenze improcrastinabili della sostituzione e la implementazione delle apparecchiature radiodiagnostiche che, secondo Corrado Bibbolino (Segretario nazionale dei radiologi Snr-Fassid) sono obsolescenti per il 57% , dato che assume in queste proporzioni connotati drammatici, e che le macchine più recenti, specie per la diagnostica e la terapia oncologica, sono ancora rare nelle strutture pubbliche. Infatti dal flusso informativo per il monitoraggio delle grandi apparecchiature sanitarie risulterebbe, ad esempio, che le RNM superiori a 2 tesla sarebbero presenti in Lombardia in 11 strutture. Una sola ATS, due ASST, due IRCCS pubblici e sei privati (7 apparecchiature);
  • a tutt’oggi nelle ASST non sono ancora diffusi i sistemi moderni sistemi di ITC, basterebbe analizzare i siti in rete della ASST e dei distretti, e sono poco diffuse nei servizi delle ASST attrezzature ed impianti per la robotica chirurgica;
  • non è garantita ovunque la fornitura di nuovi farmaci oncologici antidiabetici anticoagulanti e per la cura dell’epatite C, AIDS, Alzheimer .. in misura adeguata a rispondere al bisogno.
Si pensi, per fare un esempio, che recentemente il direttore dell’Aifa, Prof. Mario Melazzini, si è vantato che grazie al fondo per i farmaci innovativi, i pazienti avviati ad almeno un trattamento contro il virus dell'epatite cronica C risultavano già essere 102.240, ovvero circa il 40% dei 240.000 pazienti.

Per queste ragioni

Impegna la Giunta e l’Assessore Competente

istituire un nuovo fondo, o incrementare quelli già previsti per le innovazioni utilizzando risparmi su altre previsioni di spesa non prioritarie, o comunque con fondi regionali, per promuovere e realizzare le indispensabili ed attese INNOVAZIONI nelle strutture e nei servizi pubblici.

 
sotto2.jpg